svn Installazione e configurazione iniziale


Esempio

Installa il client svn per avviare la collaborazione sul progetto che utilizza Subversion come sistema di controllo della versione.

Per installare Subversion, puoi crearlo da solo da una versione di codice sorgente o scaricare un pacchetto binario pre-costruito per il tuo sistema operativo. L'elenco dei siti in cui è possibile ottenere un client Subversion compilato ( svn ) per vari sistemi operativi è disponibile nella pagina dei pacchetti binari ufficiali . Se hai voglia di compilare il software per te stesso, prendi la fonte alla pagina Codice sorgente .

Con Subversion, non si è limitati a utilizzare solo il client della riga di comando svn standard. Esistono alcuni client grafici Subversion notevoli per vari sistemi operativi e la maggior parte degli IDE al giorno d'oggi fornisce una solida integrazione con SVN immediatamente o tramite plugin. Per l'elenco dei client grafici, controlla la pagina di Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_Subversion_clients .

Subito dopo aver installato il client dovresti essere in grado di eseguirlo inviando il comando svn . Dovresti vedere quanto segue:

$ svn
Type 'svn help' for usage.

Tutto è per lo più pronto. Ora dovresti creare uno spazio di lavoro locale chiamato copia funzionante che sarà collegato al repository centrale remoto. In altre parole, esegui il checkout di una copia di lavoro . Lavorerai con i dati con le versioni con l'aiuto della copia di lavoro e potrai pubblicare le tue modifiche (chiamate commit in SVN) in modo che altre persone che lavorano sullo stesso progetto possano vederle e trarre vantaggio dalle tue modifiche. Per recuperare in un secondo momento le future modifiche apportate da altri dal repository, aggiorneresti la tua copia di lavoro . Queste operazioni di base sono trattate in altri esempi.