R Language File Rds e RData (Rda)


Esempio

.rds e .Rdata (anche noti come .rda ) possono essere usati per archiviare oggetti R in un formato nativo per R. Ci sono diversi vantaggi di salvare in questo modo se confrontati con approcci di memorizzazione non nativi, ad esempio write.table :

  • È più rapido ripristinare i dati su R
  • Mantiene le informazioni specifiche R codificate nei dati (ad es. Attributi, tipi di variabile, ecc.).

saveRDS / readRDS gestisce solo un singolo oggetto R. Tuttavia, sono più flessibili dell'approccio di archiviazione multi-oggetto in quanto il nome dell'oggetto dell'oggetto ripristinato non deve essere uguale al nome dell'oggetto quando l'oggetto è stato memorizzato.

Usando un file .rds, ad esempio, salvando il set di dati iris useremo:

saveRDS(object = iris, file = "my_data_frame.rds")

Per caricarlo nuovamente in:

iris2 <- readRDS(file = "my_data_frame.rds")

Per salvare un oggetto multiplo possiamo usare save() e produrre come .Rdata .

Esempio, per salvare 2 frame di dati: iride e auto

save(iris, cars, file = "myIrisAndCarsData.Rdata")

Caricare:

load("myIrisAndCarsData.Rdata")